AVVISO PUBBLICO

...

04/07/2019

Si comunica che ASL Frosinone con Atto Deliberativo n.1310 del 27.06.2019,  ha emanato un AVVISO PUBBLICO in ottemperanza alla Delibera di Giunta Regionale del 23.05.2019 n.305 "Attuazione art.4, commi 47-52 della legge regionale n.13/2018 "Legge di stabilità regionale 2019"- "Interventi a sostegno dei cittadini residenti nel Lazio affetti da patologie oncologiche e in lista di attesa per trapianto di organi solidi o di midollo.

Possono accedere al contributo economico i cittadini residenti nel Lazio che si trovano in una delle sotto indicate condizioni:

  1. Pazienti affetti da patologie oncologiche che necessitano di trattamenti medici, clinici, di laboratorio, chirurgici e radioterapici presso strutture sanitarie regionali, le cui patologie sono certificate dai responsabili dei centri di riferimento oncologico o di strutture a valenza regionale o da altro dirigente sanitario da essi delegato;
  2. Pazienti in lista di attesa per trapianto di organi solidi o di midollo, che si sottopongono a tipizzazioni tissutali, a trapianti, controlli periodici ed a interventi e ricoveri conseguenti ad eventuali complicanze.

Potranno presentare domanda di contributi anche coloro che abbiano con destinatario del contributo rapporti di parentela o affinità, entro il terzo grado, o di convivenza.

Le domande dovranno essere corredate dai seguenti documenti:

Per le persone affette da patologie oncologiche

  • documentazione attestante la residenza nella Regione Lazio
  • esenzione per patologia oncologica cod.48
  • dichiarazione, ai sensi degli art. 46 e 47 del DPCM n.445/2000 e smi, attestante il grado di parentela o affinità o la condizione di convivenza con il destinatario del contributo nel cao in cui la domanda non venga presentata direttamente dall’interessato.

Per le persone in lista di attesa per trapianto di organi solidi o di midollo:

  • documentazione attestante la residenza nella Regione Lazio
  • certificazione emessa da uno dei centri di riferimento presenti sul territorio nazionale di trovarsi nelle condizioni previste dall’art.4, comma 48, lettera b);
  • dichiarazione, ai sensi degli art. 46 e 47 del DPCM n.445/2000 e smi, attestante il grado di parentela o affinità o la condizione di convivenza con il destinatario del contributo nel caso in cui la domanda non venga presentata direttamente dall’interessato.

Per ambedue patologie si dovrà produrre anche la documentazione attestante una delle seguenti condizioni:

  • ISEE Ordinario 2019 non superiore a €.5000,00
  • Di avere perso il proprio posto di lavoro(che potrà essere dimostrato con la presentazione dell’ISEE CORRENTE)
  • Di avere terminato il periodo di malattia retribuito riconosciuto dal contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) e di avere dovuto ricorrere al periodo di aspettativa non retribuita.

La domanda  di contributo economico, (allegata) dovrà essere consegnata  all'ufficio Servizi Sociali del Comune di residenza (Servizio PUA)  entro 31 Luglio 2019.

Informarzioni più detagliate, le trovate nell'avviso allegato alla presente comunicazione.